12096277_1630101263926395_3328336384036478989_n

Servizio di cattura dei cani vaganti e degli animali d’affezione feriti

Il Servizio di cattura dei cani vaganti e degli animali d’affezione feriti è uno dei tanti servizi che offre la Pubblica Assistenza di Rosignano M.mo.
Il servizio è svolto da solo volontari, i quali per poter partecipare, devono aver seguito il corso di formazione proposto annualmente dalla nostra associazione.
Il corso di formazione prevede una parte teorica dove vengono affrontati vari argomenti quali: informativa del servizio , incontro tra operatore cane e gatto (dove verranno spiegati il linguaggio del corpo e segnali vocali per capire i loro stati d’animo e le loro intenzioni), tecniche di intervento e metodologie di recupero, procedure d’intervento del servizio, approccio all’animale ferito che comprende alcune piccole nozioni di “primo soccorso veterinario” , in modo da poter effettuare il recupero e il trasporto al fine di limitare ulteriori danni e stress psicologici dell’animale.
Nella parte pratica si insegna al volontario a mettere in atto le procedure spiegate nella teoria quali: approccio alla situazione e all’ animale, dove i volontari si trovano davanti a vari tipologie di cani dal più diffidente a quello più socievole, inserimento del cane/gatto nella gabbia mediante l’attrezzatura fornitaci dall’USL veterinaria (tenendo sempre in considerazione il benessere psicofisico dell’animale), croccantini, collari e guinzagli idonei.
Il servizio di cattura dei cani vaganti e degli animali d’affezione feriti è attivo dal 2012 ed è H 24 365 giorni l’anno ed è operativo all’interno dei dieci comuni della bassa val di Cecina. Per attivarlo basta una semplice telefonata alle forze dell’ordine, queste, inoltreranno la chiamata al centralino della Pubblica Assistenza.
Al momento il servizio coinvolge circa una ventina di volontari; l’anno scorso sono state registrate più di 200 richieste d’intervento di cui, meno di 50 si sono risolte spontaneamente con l’arrivo del proprietario solo nella notte del 31 dicembre abbia ricevuto ben 8 chiamate, ed è proprio durante le festività natalizie che abbiamo avuto l’onore di poter accogliere in associazione la nostra mascotte Natalino, un segugio scappato dai botti dei festeggiamenti e che ha trovato rifugio ed un adozione proprio qui tra i volontari della Pubblica Assistenza.

Cinofili, news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *